Sono alla ricerca della vita nella vita. Amo l'acquerello per la sua spontaneità, che parla una lingua viva, imprevedibile. L'acqua stessa è un elemento potente, sfrenato che vorrei esplorare.

Gli acquerelli sono morbidi, flessibili, sottili, si sfumano facilmente e scompaiono in uno strato di carta. Non possono essere completamente controllati. L'acqua sceglie lei stessa il percorso, evita gli ostacoli, affina il pigmento "pietra", intollerante nelle strutture e nei limiti, le distrugge, le trasforma nel proprio e vivo.

Adoro la linea che squilla e un punto morbido e sfocato. Amo i contrasti forti e i colori vivaci. Nel processo mi piace guardare come il dipinto vive la propria vita. Non faccio niente, l'acquerello respira e si fa senza la mia partecipazione visibile. Cerco ciò che è tra le righe e nascosto agli occhi.

Mi piace dipingere senza controllare i risultati, ma spero che succede qualcosa di bello. Non mi trattengo con aspettative, affinché l'acquarello mi parli, per sentire la sua voce, la sua volontà. Cerco di creare un mondo magico su carta con acqua e colore. Riflettere la poesia dei momenti, un frammento di spazio, catturare un momento nel tempo, sottile e sfuggente.

Sul mio Instagram si può vedere tutti gli ultimi lavori.

@ekaterina_maltseva_art